117 [Convertito]-01

Arriva il RUNTS

Tutto quello che c’è da sapere

A chi si rivolge

Dal prossimo martedì 23 novembre diventerà operativo il nuovo Registro Unico Nazionale del Terzo Settore ovvero il RUNTS. IN questo registro confluiranno tutte le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale iscritte nei rispettivi registri di competenza.
Questo è quanto stabilito nel Decreto direttoriale n. 561 del 26 ottobre 2021.

In cosa consiste

In Puglia attualmente sono oltre 4.500 i soggetti del Terzo Settore.
Ricordiamo che sarà comunque possibile iscriversi ai relativi registri regionali fino al 21 novembre 2021.

Toccherà invece al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali il compito di trasferire al RUNTS entro il 23 dicembre 2021 i dati delle APS nazionali.
Questo trasferimento partirà dalle loro articolazioni territoriali passando per i circoli ad esse affiliati iscritti nel Registro nazionale delle APS alla data del 22 novembre 2021.

Da quando sarà disponibile

Dal 24 novembre 2021 sarà possibile presentare istanza di iscrizione in una delle sezioni del RUNTS.
Ciò tramite l’apposita piattaforma telematica ministeriale che sarà rilasciata a breve.
Dopodiché le regioni e le province autonome hanno tempo fino al 21 febbraio 2022 per completare il processo di trasmigrazione dei registri regionali o provinciali nel RUNTS.
A partire da tale data gli uffici competenti del RUNTS avranno 180 giorni di tempo per effettuare i controlli sui dati delle associazioni forniti in fase iniziale dai registri di provenienza.

Contattaci se hai bisogno di più info o di una consulenza.

Focus a cura di Vincenzo Signoriello Community Manager CoCoProject Coworking| Organizzazione di eventi| Comunicazione Istituzionale e social media nelle P.A. | Progettazione sociale| Consulenza amministrativa e monitoraggio progetti.

logo-Puglia-Sociale-Regione-Puglia-r

Puglia Capitale sociale 3.0

L’avviso che il Terzo Settore stava aspettando

È finalmente attivo il nuovo Avviso della Regione Puglia, Assessorato al Welfare, rivolto agli Enti del Terzo Settore pugliesi.

Si chiama Puglia Capitale Sociale 3.0 ed è finalizzato allo sviluppo della cittadinanza attiva e alla promozione del welfare di comunità.

Ciò attraverso attività di organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e fondazioni.

In cosa consiste Puglia Capitale Sociale 3.0

La dotazione finanziaria è di oltre 8,6 milioni di euro.
Possono partecipare tutti gli enti regolarmente iscritti ai registri regionali e, successivamente, al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS). Due le linee d’intervento finanziabili:

  • Con la linea A, il finanziamento di un progetto di innovazione ed inclusione sociale dell’importo massimo di € 40.000,00 (90% di costo ammissibile e 10% a carico dei soggetti beneficiari);
  • Con la linea B, l’erogazione di un contributo massimo di € 8.000,00 per far fronte alle spese sostenute durante la pandemia da COVID-19, dal 2020 al primo semestre 2021.

Come candidarsi

Per candidarsi si dovrà accedere esclusivamente tramite la piattaforma ufficiale dell’Assessorato https://www.regione.puglia.it/web/welfare-diritti-e-cittadinanza/-/pugliacapitalesociale-3.0-per-gli-enti-di-terzo-settore

Deadline

Linea di Attività A (Progetti):

dalle ore 12:00 del 30/11/2021 al 30/12/2021 alle ore 12:00;

dalle ore 12:00 del 03/02/2022 al 03/03/2022 alle ore 12:00.

Linea di Attività B (Iniziative): dal 18/11/2021 e fino a concorrenza delle risorse disponibili.

Contattaci per approfondimenti o per una consulenza.

Focus a cura di Vincenzo Signoriello Community Manager CoCoProject Coworking | Organizzazione di eventi| Comunicazione Istituzionale e social media nelle P.A. | Progettazione sociale | Agrifood | Consulenza amministrativa e monitoraggio progetti.

foto Luoghi Comuni

Luoghi Comuni, “SPAZI” ai Giovani!!

Stanchi dei soliti Luoghi Comuni?
La regione Puglia Politiche Giovanili insieme con A.R.T.I. (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) ha deciso di riqualificare e riutilizzare spazi pubblici SOTTOUTILIZZATI affidandoli ai giovani.

A chi è rivolto Luoghi Comuni?

Il bando è rivolto alle amministrazioni comunali per l’individuazione di un bene sottoutilizzato ed alle organizzazioni giovanili per la gestione, con un contributo fino a € 40.000,00 

Il bando è rivolto alle organizzazioni giovanili con sede legale in Puglia e che abbiano il direttivo a maggioranza under 35 anni, requisito fondamentale è l’iscrizione ai registri regionali/nazionali di riferimento. Si rivolge soprattutto agli Enti locali, titolari del bene. Gli spazi, per essere candidabili, devono essere fruibili, con servizi annessi e non affidati a nessun altro soggetto gestore.  

La durata è di 24 mesi, il progetto deve avere carattere di innovazione sociale, sostenibilità e piena applicabilità in riferimento al contesto locale. 

FASE 1: Il ruolo degli enti locali

Individuazione del bene e caricamento in piattaforma, anche un’organizzazione o persona fisica, può segnalare il bene da candidare alla propria amministrazione. 

L’amministrazione dovrà individuare un RUP, deliberare di aderire all’iniziativa Luoghi Comuni indicando fino a max 3 beni e compilare il form online sulla piattaforma del sito internet Luoghi Comuni;

FASE 2: Le Organizzazioni Giovanili

Presentazione della proposta progettuale. Occorre accedere con SPID alla piattaforma online del sito internet https://luoghicomuni.regione.puglia.it/accedi/  e compilare tutti i campi. Ciascuna organizzazione giovani la può presentare una sola proposta progettuale, può altresì, dare il partenariato in altri progetti simili. Non sono previste ATS. 

Bè? Cosa state aspettando ancora? Anche se il bando è a SPORTELLO ed è ancora aperto, non cullatevi troppo… i primi spazi sono stati già assegnati. 

Riprogettate il vostro spazio!
Se desideri avere più informazioni non esitare a contattarci!!

Focus a cura di Vincenzo Signoriello
Community Manager CoCoProject Coworking | Organizzazione di eventi| Comunicazione Istituzionale e social media nelle P.A. | Progettazione sociale | Agrifood | Consulenza amministrativa e monitoraggio progetti.